Quante volte ti sei prefissato un obiettivo e non lo hai raggiunto?

Se ti iscrivi in palestra e lasci perdere dopo 2 lezioni, se non riesci a scrivere quel libro che ti frulla nella testa da anni, se non riesci a guadagnare quanto vorresti, magari dai la colpa dei tuoi insuccessi al tuo partner, ai tuoi genitori, al tuo socio, alla pandemia, al meteo, al cane.

Non raggiungere gli obiettivi crea ogni volta un senso di insoddisfazione, di frustrazione. E non assumersene la responsabilità non aiuta a migliorare, trovare un’altra strada, comprendere fino in fondo cosa ti impedisce di ottenere i risultati che vuoi.

Eppure tu vuoi davvero dimagrire. O vuoi davvero scrivere un libro. O vuoi davvero guadagnare di più. Vuoi piacerti, vuoi piacere, vuoi farti conoscere e apprezzare, vuoi migliorare il tuo stile di vita e quello delle persone che ami.

Non basta volerlo

Immagina di tornare a casa un giorno, dopo sei mesi di palestra, e di stupirti delle trasformazioni del tuo corpo. Di vederlo modellato come non avresti mai sperato. Immagina di emozionarti guardandoti allo specchio, e di vedere ripagate tutte le tue gocce di sudore. Oppure immagina di avere tra le mani il tuo libro. E soprattutto di vederlo tra le mani delle persone intorno a te quando sei in metropolitana, o in spiaggia d’estate. Oppure immagina di essere libero. Immagina di non doverti preoccupare delle rate da pagare, del mutuo, delle bollette. Immagina di non essere più schiavo del tuo lavoro, ma padrone della tua vita.  

Ti piace quello che stai immaginando? Purtroppo non basta: per raggiungere gli obiettivi devi prima di tutto essere consapevole di cos’è, esattamente, che vuoi raggiungere davvero. E il bello è che tutti crediamo di saperlo, ma in pochi sappiamo come si definisce un obiettivo.

Definire e raggiungere gli obiettivi

È questo che vuoi. È questo che ti farebbe stare bene, e che ti farebbe andare a dormire soddisfatto: raggiungere il tuo obiettivo.

Se vuoi raggiungere davvero il tuo obiettivo, La molla deve scattare nella tua testa. Basta dare la colpa dei tuoi insuccessi alle persone che ti stanno intorno o alle circostanze. Basta cercare scuse. Devi partire da qui: devi avere un obiettivo chiaro e ambizioso.

Chiaro vuol dire ben definito, concreto, misurabile. “Voglio dimagrire” non è un obiettivo. “Voglio scrivere un libro” non è un obiettivo. “Voglio diventare ricco” non è un obiettivo.

“Voglio perdere 5 kg in 5 mesi” è un obiettivo, perché è misurabile e dimostrabile. “Voglio scrivere un saggio di 150 pagine in 12 settimane” è un obiettivo, perché è ben determinato. “Voglio guadagnare 50 mila euro in 6 mesi” è un obiettivo, perché è ben definito.

Il ruolo dell’ambizione

La strada che ti porta al tuo obiettivo è l’ambizione. L’ambizione è la capacità di affrontare gli eventi con una predisposizione mentale positiva. È quello che ti fa trasformare una crisi in opportunità. Un errore in lezione.

Guarda in faccia il tuo obiettivo, e se non riesci a delinearlo in maniera precisa guarda meglio: qual è davvero il tuo fine?

Definiscilo bene, determinalo in modo preciso, misurabile, e tienilo a mente con determinazione. Scrivitelo in un posto che guardi spesso, per ricordarti continuamente quanto è importante per te. È questo il primo passo per raggiungere gli obiettivi.

Se non definisci precisamente il tuo obiettivo, non avrai chiara la direzione per raggiungerlo.

Nel mio libro Io investo in immobili, il punto di partenza è proprio questo: la definizione di un obiettivo economico chiaro e ambizioso. Scopri di più.

Condividi