Psicologia robusta e obiettivi ambiziosi: come portare a termine investimenti di successo

Sai cosa differenzia chi ottiene risultati da chi non ne ottiene? L’azione. Questa risposta ti avrà sorpreso, eppure non ce n’è un’altra. Se si ottengono risultati, è perché si compiono delle azioni che mettono le persone nelle condizioni di ottenerli. 
Quando io, oltre dieci anni fa, ho iniziato a investire in immobili, partivo da zero. Non avevo conoscenze nel campo degli investimenti immobiliari, e non avevo un soldo da investire. Eppure ho ottenuto dei risultati, perché ho compiuto delle azioni: ho studiato e ho messo in pratica. Quando ho sbagliato, ho imparato dai miei errori. Quando sono riuscito, ho imparato dai miei successi. 
Ma cos’è che mi ha spinto all’azione? 

Tutti noi abbiamo una cosiddetta zona di comfort, cioè una situazione, un contesto che riusciamo a controllare e gestire, anche se non ci soddisfa, e dal quale abbiamo paura di allontanarci. Immagina di nuotare in una piccola piscina a te familiare: sei tranquillo nel farlo, perché conosci quella piscina. Hai toccato tutti i suoi angoli, sai quanto è profonda e da essa non ti aspetti (brutte) sorprese. Non è la piscina più bella che hai visto – anzi, in verità non ti piace proprio –, ma lì ti senti a tuo agio. Sei tranquillo, perché la senti familiare. Sei abituato a nuotare lì, e lì riesci a nuotare bene.
A pochi passi da questa piscina, c’è il mare. Con il suo blu meraviglioso che ti attrae, ma anche con la sua imprevedibilità che ti spaventa. In questo mare, poi, c’è l’isola sulla quale vorresti vivere. Sai che per raggiungerla, ovviamente, devi attraversare il mare, ma non te la senti di abbandonare la tua piscina.
E qui, se “non te la senti”, è per un solo motivo: raggiungere quell’isola, per te, non è un vero obiettivo. Sono gli obiettivi che spingono a compiere azioni. Tutto il resto sono solo sogni. 

Come si distingue un obiettivo da un sogno? Oltre dieci anni fa il mio obiettivo era quello di guadagnare una somma di denaro ben precisa, e mi trovavo a partire da zero. Ero in un momento di difficoltà economica, e avevo bisogno di soldi. Capii, studiando, che si possono fare investimenti immobiliari anche senza denaro, e mi diedi da fare per riuscire a guadagnare in poco tempo la cifra di cui avevo bisogno (in realtà il mio investimento mi rese più di quanto avessi bisogno).
Non è stato tanto il bisogno a spingermi ad agire, quanto l’aver delineato un obiettivo ben preciso

Un obiettivo, per essere tale, deve essere definito nello spazio, nel tempo e nell’unità di misura. Voglio diventare ricco non è un obiettivo. Lo è Voglio guadagnare 100mila euro in tre mesi. Senza obiettivi (veri!) e senza la giusta testa per raggiungerli, senza prendere le redini del proprio stato emotivo e senza controllare i propri pensieri e le proprie azioni, è difficile fare centro con gli investimenti giusti. E ancor di più è difficile trovare il carburante che permetta di svolgere quelle azioni che, come abbiamo visto, sono indispensabili per raggiungere il successo. L’investitore ha bisogno di una psicologia robusta e di obiettivi ambiziosi

Quando ho iniziato il mio percorso di investitore immobiliare, ho guadagnato 85.000 € investendone 4.500, praticamente vendendo un immobile ancor prima di acquistarlo, attraverso la cessione del contratto preliminare. 

Se non hai la giusta testa, una storia del genere ti sembra impossibile, e ti viene più facile pensare che sia un’idiozia, piuttosto che un’esperienza che puoi vivere anche tu. Se non hai la giusta testa, tendi ad auto-sabotarti, a rimanere nella tua zona di comfort. Se non hai un obiettivo ben definito, ti perdi per la strada nel vano tentativo di raggiungerlo. 
Partire dal rafforzamento della propria psicologia è fondamentale per portare a termine investimenti di successo. Al corso intensivo IoInvesto in immobili, si parte proprio da qui. Vieni a vedere di cosa si tratta.