Non tutti abbiamo lo stesso portafogli, né lo stesso stile di vita. Spesso le due cose sono correlate, ma non è detto che, come comunemente si potrebbe pensare, chi ha più soldi ne spenda di più per vivere.

Quello che fa davvero la differenza è la possibilità di scegliere. Un conto è condurre uno stile di vita perché è l’unica scelta possibile, per determinate ragioni, in un certo momento, e un conto è scegliere per la qualità della propria vita. La verità che nessuno ci dice è che tutti possiamo scegliere, in qualsiasi momento.

Dal 2009, io ho scelto gli investimenti come mezzo per raggiungere e mantenere il mio benessere economico.

Sono 5 le azioni che mi hanno cambiato la vita, e in questo articolo voglio svelartele una ad una. Cominciamo.

1. Gestire il tempo

Quella di non avere tempo è la scusa più comune che ci raccontiamo quando non facciamo qualcosa che, in verità, potremmo fare eccome. Hai capito bene: è solo una scusa per non variare anche solo la più piccola abitudine, che agli esseri umani sembra sempre costare parecchia fatica. Non c’è davvero nulla che ci impedisca di svegliarci un’ora prima o andare a dormire un’ora dopo, eliminare perdite di tempo inutili sui social o trascorrere meno tempo davanti alla tv.

Anche nel lavoro, spesso si perde più tempo a cercare di capire da dove cominciare che a svolgere il lavoro vero e proprio. L’organizzazione del tempo – e delle azioni da compiere nel tempo – è fondamentale per non sprecarne.

Anche negli investimenti la gestione del tempo è fondamentale. Pensa che nell’immobiliare si possono fare addirittura investimenti senza soldi, ma non si possono fare investimenti senza tempo!

Il tempo serve ad analizzare alla perfezione l’opportunità d’investimento, per arginare gli eventuali rischi e massimizzare i guadagni. Certo, se fai queste valutazioni con un metodo già collaudato, i tempi si dimezzano.

Smetti di raccontare di non avere tempo. Inizia a gestirlo, e a considerarlo la risorsa più importante che hai. Ricorda: i soldi possono andare e venire; il tempo, invece, non torna mai indietro.

2. Gestire il denaro

Quanto riesci a risparmiare ogni mese? La capacità di risparmio, diversamente da quello che si può pensare, dipende più dalle uscite che dalle entrate. Puoi guadagnare 20.000 euro al mese e spenderli tutti, oppure 1.000 euro al mese e riuscire a risparmiarne 200.

Il risparmio è alla base della ricchezza, ed è fondamentale per gli investimenti. Più riesci ad accantonare, e più soldi hai da “mandare a lavorare al posto tuo” attraverso gli investimenti.

Qui l’errore da non commettere è quello di depositare troppa liquidità sul conto corrente e lasciarla lì ad ammuffire o a essere divorata dall’inflazione. Investire e diversificare gli investimenti è un modo intelligente di gestire il denaro.

3. Investire su sé stessi

L’investimento che ripaga più di tutti è quello nella formazione (o meglio, nell’ottima formazione). Quello che ti fa fare la differenza sono le competenze che acquisisci e che utilizzi nel mettere su un’operazione d’investimento.

Solo se sei preparato puoi vedere e cogliere le opportunità. E nel coglierle, puoi usare la strategia più opportuna al caso specifico per massimizzare i profitti nel minor tempo, evitando rischi e catastrofici imprevisti.

4. Investire nei mercati

Se sai cosa fare, puoi farlo. Dopo esserti formato, puoi investire il tuo tempo e/o il tuo denaro nei mercati finanziari, nelle aziende e nell’immobiliare.

Io ho cominciato con gli investimenti immobiliari.

Gli investimenti immobiliari sono riconosciuti come i “più sicuri” perché, “mal che vada”, anche se non fila tutto liscio, “ti rimane un immobile”.

Ovviamente deve filare tutto liscio, senza se e senza ma, e l’unico modo per far filare tutto liscio è non lasciare nulla al caso. La casualità è la peggiore nemica di un investitore, e un professionista studia, analizza e mette in discussione. Anche se non sei un investitore professionista, devi fare le cose con professionalità.

Il mercato immobiliare è un ottimo terreno su cui investire anche perché:

  • Alcune tipologie d’investimento ti permettono di concludere operazioni senza usare i tuoi soldi (e quindi anche se non hai ancora risparmi da investire).
  • Se sai dove cercare, puoi trovare opportunità per comprare immobili a fortissimo sconto (fino al 50-70% in meno del loro valore), e rivenderli in pochissimo tempo a prezzo di mercato, per generare tanta liquidità (la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di rivendita) in poco tempo.
  • Le case in Italia si vendono sempre, sia in un mercato in rialzo che in un mercato in ribasso. Gli italiani ambiscono alla casa di proprietà, e la domanda di case c’è sempre. Lo abbiamo visto anche durante la pandemia. Tutto sta nel valutare bene l’operazione per essere capaci di rispondere al meglio a questa domanda, evitare imprevisti e rischi e massimizzare i profitti in tempi record.

5. Continuare a investire

Se hai dei risparmi, investili per produrre altro denaro. Mettine un po’ da parte, e reinvestilo. Produci così sempre più denaro, investine sempre di più, e diventa sempre più libero economicamente. Attenzione però a come lo fai. Prima, preparati per farlo.

Se non hai dei risparmi (oppure hai dei risparmi, ma non vuoi o non puoi investirli), non è un problema. Nelle tue operazioni investo io.

==> Scopri di più

Condividi