Coronavirus: chi guadagna adesso?

A causa del Coronavirus, il nostro Paese sta attraversando un momento sanitario, sociale ed economico difficile. All’improvviso si è trovato a fronteggiare qualcosa di urgente e doloroso, che ci ha costretto a fare i conti con il pericolo, il bisogno e l’imprevisto. L’emergenza economica sta avendo e avrà delle ripercussioni a breve e a lungo termine sul mondo del lavoro e delle imprese, alcune delle quali già stravolte. Tra i settori più colpiti a causa del Coronavirus, abbiamo senz’altro quello del turismo. Se si sente dire spesso che l’Italia potrebbe vivere anche di solo turismo, non è un caso. Pensiamo quindi quanto grande è il numero di lavoratori e delle aziende danneggiati da questa contingenza.

In questa situazione, però, c’è anche chi produce prodotti o servizi che ci siamo trovati a rivalutare, se non proprio a riconsiderare come fondamentali. Pensiamo a igienizzanti, guanti e mascherine.  Oppure al settore delle telecomunicazioni. Essere costretti a casa non ti ha fatto sentire il bisogno di interagire almeno in video con familiari e amici? Oppure, ti è capitato di organizzare incontri di lavoro e riunioni con colleghi o dipendenti  in videoconferenza? Il contenimento sempre più stringente ha anche portato molti di noi a fare attività fisica tra le mura di casa, innescando in noi l’esigenza, magari, di dotarci di attrezzi sportivi. Ancora, pensiamo alle aziende che offrono servizi di streaming online, in un periodo di chiusura di cinema e teatri e di generale limitazione di ogni forma di svago.

Le nostre abitudini stanno cambiando, e quindi anche i nostri consumi. C’è un modo per adeguare i tuoi prodotti o servizi alle nuove abitudini e ai nuovi consumatori? Hai qualche idea che vorresti mettere a frutto? Iscriviti al mio canale YouTube per rimanere aggiornato sulla situazione che stiamo attraversando e trovare idee e soluzioni >> clicca qui

Condividi