Bonus di 600 euro: ci sono novità per i professionisti

È ufficiale: il bonus di 600 euro per il mese di marzo 2020, predisposto dal Governo per “tamponare” l’emergenza economica in cui si è improvvisamente riversato il Paese a causa del Coronavirus, sarà disponibile a partire dal 1 aprile. Da questa data, sarà possibile richiederlo alla propria cassa previdenziale. L’indennità è riservata a partite iva, autonomi, lavoratori agricoli, del turismo e dello spettacolo (ne avevamo parlato qui). Diversamente da quanto previsto in un primo momento, il bonus di 600 euro spetta anche ai liberi professionisti iscritti alle casse previdenziali private. Il bonus va richiesto alla propria cassa, e sarà erogato a chi possiede un reddito entro i 35.000,00 euro, oppure a chi, con un reddito compreso tra i 35.000,00 e i 50.000,00 euro, ha subìto un calo di fatturato di almeno il 33% nei primi tre mesi del 2020, sempre a causa del Coronavirus.

Il bonus di 600 euro riguarda il mese di marzo. Il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo ha spiegato che per il mese di aprile si cercherà di fare di più, per sostenere i lavoratori con un’indennità di importo maggiore. Le novità in merito saranno rese note nel decreto di aprile.

Chi richiede il bonus di 600 euro deve aver adempiuto agli obblighi contributivi del 2019 con la propria cassa previdenziale. Il richiedente non percepisce pensione né reddito di cittadinanza, né eventuali ulteriori indennità previste dal Governo per far fronte alla situazione.

Per rimanere aggiornato sulla situazione economica, sui provvedimenti e sulle procedure, iscriviti al mio canale YouTube, dove seguiremo e spiegheremo le news e troveremo insieme strategie per ripartire più forti di prima. Ricordiamoci che ogni tempesta ha il suo arcobaleno, e oggi è il momento di scegliere i colori per il nostro >> clicca qui per iscriverti al canale YouTube

Condividi