Avere più tempo libero e guadagnare di più: è possibile?

Avere più tempo libero e guadagnare di più: è possibile?

Quanto tempo libero abbiamo? Si è soliti pensare che i guadagni vadano di pari passo con la quantità del lavoro, e che quindi, per avere guadagni importanti, si debba rinunciare al proprio tempo libero. A dire il vero, siamo abituati a sacrificare il nostro tempo libero anche per guadagni discreti: lavorare “solo” 8 ore al giorno per “soli” 5 giorni alla settimana sembra diventato un lusso per pochi.

Se stai leggendo questo articolo, è probabilmente perché vorresti anche tu più tempo libero, diminuendo la quantità del tuo lavoro. Per esperienza personale, posso dirti che è possibile diminuire la quantità del lavoro e guadagnare cifre anche molto importanti: quello che deve crescere esponenzialmente, però, è la qualità del lavoro.

Io sono un investitore e un imprenditore. Lavorare mi piace, ed è l’unico motivo per cui vado in ufficio tutti i giorni. Quando voglio andare in vacanza, vado in vacanza, lasciando ai miei fidati collaboratori la gestione delle nostre attività, e quando voglio tornare al lavoro ci torno. Perché posso fare questo? Perché non guadagno in base alla quantità di tempo che investo nel lavoro, ma in base alla qualità del lavoro che svolgo, che mi consente di ricavare cifre molto più importanti della media, lavorando per meno tempo della media.

L’attività alla quale mi dedico maggiormente è quella degli investimenti immobiliari. Attraverso questi, mi capita spesso di incontrare persone che hanno bisogno di aiuto (debitori esecutati che stanno per perdere casa all’asta, donne e uomini che hanno urgenza di vendere casa…), e di fornire loro una soluzione rapida e concreta. Nel mio lavoro, risolvere grandi problemi ripaga con grandi guadagni. Ed è quindi la qualità del mio lavoro a ricompensarmi, più che le ore che dedico a ogni operazione.

Michael Altshuler dice che il tempo vola, ma i piloti siamo noi.

Di cosa ti occupi tu? Se credi di non poter fare a meno di lavorare tutto quel tempo, hai due alternative:

– Gestire meglio il tempo che ti rimane nella giornata. Annienta la pigrizia ed evita le distrazioni: se è vero che abbiamo poco tempo, è anche vero che molto di quel poco lo sprechiamo. Impara a pianificare, dando valore a ogni singolo minuto. Non rimandare a domani, che spesso si trasforma in dopodomani, e ancor più spesso in mai. Il presente è molto più robusto e resistente del futuro, e tu stai scardinando il futuro con troppi rinvii. Prenditi cura della tua mente e del tuo corpo per caricarli al 100% e usarli al massimo quando ti è richiesto, ma sii in grado di rilassarti e riposarti il giusto. Gestire meglio il tempo libero ti sarà utile anche sul lavoro, e se sarai più produttivo potrai evitare gli straordinari: sicuramente ti capiterà anche lì di incantarti sullo schermo del pc e di distrarti, mettendoti a pensare ad altro. Ogni cosa, invece, ha il suo tempo. E prima la si conclude, prima si può passare a dedicarsi ad altro.

– Cambiare lavoro. Scusa se sono così diretto, ma spesso gli orari di lavoro disumani o gli straordinari non nascono da un’effettiva necessità nata sul lavoro, quanto più a un grosso equivoco, secondo il quale il tuo capo sarebbe convinto di essere il gestore delle tue 24 ore. Io non ho mai desiderato un lavoro alle dipendenze di qualcun altro, anche se per brevi periodi, in passato, ne ho avuto esperienza. Se sei stanco di questa situazione e vuoi darti un’altra possibilità, vieni a scoprire un’attività autonoma e gratificante, che permette di conquistare la libertà economica e il tempo libero.

Condividi